COME RICONOSCERE GLI UOMINI DA EVITARE


Impara a riconoscere i segnali e prima di gettarti a capofitto in una relazione osserva chi hai di fronte lavorando sulla consapevolezza e il rispetto per te stessa. Ecco sei tipologie di uomo da cui è meglio stare alla larga.

· IL NARCISISTA – Ama molto parlare di sé, ma ascolta poco gli altri. Chi ha tendenze narcisiste cerca di essere sempre al centro della scena e fa in modo di veicolare tutta l'attenzione su di sé. Il difetto principale? Non accetta le critiche e fatica ad ammettere gli errori, perché attribuisce la responsabilità degli eventi negativi agli altri o alla sfortuna. Ricorda che spesso dietro a un comportamento megalomane si cela una personalità fragile e insicura. Tuttavia questo non è un buon motivo per… scusarlo e continuare a sopportare! 

· IL MANIPOLATORE – I tuoi amici non capiscono niente, quel lavoro non è adatto a te, a causa del tuo egoismo lui sta male: i suoi giudizi sono spesso perentori e la modalità d'azione è quella del ricatto. Il manipolatore isola, usa l'amore come merce di scambio e ti mette con le spalle al muro sviluppando una dipendenza emotiva lontana anni luce da un rapporto di coppia costruttivo e sereno. È sempre pronto a minacciare di toglierti il suo amore? Lascialo andare: perdere chi denigra e colpevolizza gli altri alla lunga andrà a vantaggio della tua autostima. Amore è prendersi cura, creare fiducia. 

· IL GELOSO – Un amico che sotto sotto sogna una storia con te, un ritorno di fiamma, l'attrazione fra te e uno sconosciuto guardato con insistenza al supermercato o in un bar: il problema è che queste situazioni esistono solo nella sua mente. Il geloso logora la sua mente e il vostro rapporto inventando ogni giorno spunti maliziosi. Quando la gelosia diventa un problema possono nascere discussioni interminabili, che vanno avanti per giorni e giorni, occupando il tempo e la memoria degli smartphone dove i litigi anziché spegnersi diventano virtuali. Questo amore è una camera a gas, cantava la Nannini: fuggi prima di soffocare. 

· L'IRRESPONSABILE – Ha superato da tempo l'adolescenza, eppure adolescente lo sembra ancora, soprattutto dal punto di vista emozionale. Disprezza le regole, non si impegna nel lavoro, né mostra di essere granché interessato a mettersi in gioco: l'irresponsabile è sempre in fuga. L'errore frequente? Pensare di poterlo cambiare. A parole non conta. È possibile iniziare a prendere seriamente in considerazione ciò che una persona dice solo quando agisce di conseguenza, con i fatti. Se mai accadrà. 

· IL BUGIARDO – È bravissimo a trovare sempre una giustificazione valida, ogni ritardo è corredato da una spiegazione accurata. L'uomo dall'apparenza fin troppo perfetta finisce spesso per rivelare un retroscena abilmente nascosto. Vai a caccia delle bugie e stanale. O preferisci far finta di niente? Accontentarsi di una facciata perfetta quando dentro si vive un inferno logora la salute: invece di togliere fiducia a te stessa… toglila al bugiardo di turno e scegli di riprendere in mano la tua vita. 

· L'INNAMORATO CRONICO – L'amore è una cosa bellissima, talvolta improvvisa, certamente magica e incomprensibile. A tutto c'è un limite, però. Proclamarsi innamorato dopo due settimane che ci si frequenta, promettere amore eterno o, peggio, dirti che non può fare a meno di te è tipico dell'innamorato cronico. Si innamora in media due volte al mese, l'importante è non cascarci. Chi si avvicina all'amore con fiducia e consapevolezza è attento ai segnali, non invade l'altro, dà supporto senza fare pressione: non si illude e non vuole illudere